L’elettrocardiogramma nella patologia cardiaca ed extracardiaca


criteri sintetici di ipertrofia atriale

 

La presenza di alterazioni strutturali degli atri, in termini di un ingrandimento o di una ipertrofia, comporta alterazioni dell’onda P.

In caso di anomalie destre la P, valutata in D2, aVF e D3 risulterà appuntita, con una ampiezza di almeno 2,5 mm. Poichè la causa di queste alterazioni è usualmente una patologia polmonare, l’onda P viene in questo caso definita P polmonare.

In caso di anomalie sinistre la P risulterà allargata, con una durata di almeno 0,11 sec e, in V1, presenterà una deflessione terminale negativa ampia e profonda almeno 1 mm2. Poichè la causa di queste alterazioni è usualmente una patologia mitralica, l’onda P viene in questo caso definita P mitralica.

Ipertrofia atriale sinistra

onda P in D1 > 0,11 secondi

onda P in V1 con negatività > 1 mm2

Ipertrofia atriale destra

onda P in D2, D3 e aVF > 2,5 mm

 

Indice Training